Cronaca Milano

Tutta la cronaca del capoluogo lombardo. Fatti di cronaca da Milano, notizie e approndimenti con video e foto del vertice del triangolo industriale italiano.

Tassisti aggrediti: i casi più eclatanti [FOTO]

Casi di tassisti aggrediti

Si sente parlare spesso di tassisti aggrediti, di casi di cronaca che dovrebbero far riflettere molto sulla sicurezza nelle nostre città. A volte le aggressioni avvengono per delle rapine, altre volte i protagonisti sono ubriachi. In tutti i casi è la violenza la protagonista di queste aggressioni, che in certi casi finiscono anche in tragedia. Dei litigi possono degenerare in violente aggressioni e in molti casi queste ultime finiscono in modo tragico. A volte le aggressioni non vengono messe in atto da clienti, ma, come è avvenuto in certi casi, i protagonisti sono stati altri colleghi di lavoro.

  • Aggressione a Milano
  • Ciampino
  • Genova
  • Lite tra colleghi a Milano
  • Pisa
Guarda le foto e leggi l'articolo

Aggressione a Milano con la mannaia: paura alla Stazione Centrale

cover of 139169658878252f39accbed5a

Un’aggressione a Milano con la mannaia è quella che si è verificata alla Stazione Centrale, in uno dei sottopassaggi. La vicenda è accaduta la sera del 4 febbraio. Un algerino di 31 anni è stato arrestato, perché ha tentato di uccidere un suo connazionale di 39 anni. Quest’ultimo è stato colpito al braccio e al volto con un coltello da macellaio lungo 30 centimetri. Il colpevole è stato individuato grazie alle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza. Gli agenti della Polfer sono intervenuti immediatamente e hanno subito catturato e arrestato il responsabile dell’aggressione.

Guarda il video e leggi l'articolo

Omicidio Mahfab Ahadsavoji: uccisa a Milano e portata in valigia a Venezia

Mahfab Ahadsavoji: foto della giovane uccisa

E’ stato risolto il giallo dell’omicidio di Mahfab Ahadsavoji, la giovane iraniana di 31 anni, il cui corpo è stato trovato il 28 gennaio in un canale del lido di Venezia. Con le accuse di omicidio volontario in concorso e soppressione di cadavere sono stati fermati due connazionali della vittima, che condividevano con lei l’appartamento in cui vivevano a Milano. I due iraniani, una cameriera di 30 anni e un portiere d’albergo di 29 anni, avrebbero ucciso la ragazza e successivamente hanno trasportato il corpo in un trolley da Milano fino a Venezia. I due, dopo aver gettato il corpo nel canale, avrebbero preso un taxi per tornare a Milano, per un costo di 500 euro.

  • Mahfab Ahadsavoji
  • Foto di Mahfab Ahadsavoji
  • La donna uccisa
  • La giovane Mahfab Ahadsavoji
  • La giovane uccisa
  • La ragazza uccisa
Guarda le foto e leggi l'articolo

Processo Ruby ter: indagato Silvio Berlusconi [FOTO]

Processo Ruby: le foto dei protagonisti

Si parla di processo Ruby ter. Silvio Berlusconi e i suoi avvocati, Niccolò Ghedini e Piero Longo, sono indagati insieme ad altre 42 persone. Ad effettuare l’annuncio è stato il procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati. Berlusconi è indagato per corruzione in atti giudiziari. Secondo la Procura, il Cavaliere avrebbe tentato di corrompere i testimoni. Sotto inchiesta, per diversi reati, anche Karima El Mahroug e alcune delle ragazze che hanno partecipato alle ormai famose serate di Arcore. L’indagine è stata avviata in seguito alle segnalazioni effettuate dai giudici del tribunale di Milano in merito al processo Ruby e al processo Ruby bis.

  • Silvio Berlusconi
  • Karima El Marough
  • Niccolò Ghedini
  • Ida Boccassini
  • Emilio Fede
Guarda le foto e leggi l'articolo

Riciclaggio di denaro, i nuovi affari della mafia alla luce del sole: gli ultimi casi [VIDEO]

carabinieri blitz camorra

L’ennesimo blitz delle forze dell’ordine contro la camorra tra Napoli, Roma e la Toscana, conferma definitivamente quanto evidenziato già da tempo da alcuni esperti in materia: l’odore dei soldi ha spostato gli interessi della malavita organizzata fuori dai territori storici. Se in Calabria, Sicilia e Campania restano il controllo del territorio e alcuni snodi fondamentali dell’economia criminale come il traffico di droga, i veri affari camorra, mafia e ‘ndrangheta li fanno oltre i confini del Mezzogiorno, investendo il denaro sporco negli appalti e nei locali commerciali.

Leggi l'articolo

Movimento dei Forconi: le proteste a Roma [FOTO & VIDEO]

cover of 138738600315452b1d49325a5b

Il movimento dei forconi ha fatto sentire la propria voce a Roma. Si sono riunite le parti oltranziste e quelle moderate, mentre le forze dell’ordine hanno compiuto un’attenta sorveglianza. L’appuntamento è stato a piazza del Popolo, piena di manifestanti, i quali hanno protestato contro il Governo. Sono state prese tutte le misure cautelative, con la Polizia schierata, soprattutto per bloccare l’ingresso di via del Corso. A Roma è arrivato anche Danilo Calvani, leader del coordinamento nazionale 9 dicembre. Calvani è stato accolto dagli applausi e ha dichiarato che la risposta da parte della gente è stata ottima, anche se si contava sulla certezza che il tutto si sarebbe risolto in una manifestazione tranquilla. Anche Casa Pound è stata presente alla manifestazione, esibendo uno striscione con la scritta “Alcuni italiani non si arrendono“.

Guarda il video e leggi l'articolo

Strage di piazza Fontana, 44 anni senza risposte

Strage di Piazza Fontana

Il 12 dicembre 1969 a Milano si apre la stagione del terrore con la strage di Piazza Fontana, che causò 17 morti e 88 feriti. Un attentato che dopo 44 anni non ha ancora una risposta definitiva: dieci processi, depistaggi, condanne e poi l’assoluzione per gli uomini della destra eversiva di Ordine Nuovo (Delfo Zorzi, Giancarlo Rognoni e Carlo Maria Maggi) per un episodio che ha segnato la storia dell’Italia. Non ci sono colpevoli per la giustizia italiana: l’ultima archiviazione risale allo scorso ottobre, quando il gip Fabrizio D’Arcangelo ha stabilito che non ci sono elementi sufficienti per poter continuare all’infinito le indagini. Eppure una verità storica è stata scritta anche nelle carte processuali: la strage di Piazza Fontana fu opera della destra eversiva che, con l’aiuto di apparati ed esponenti politici puntavano a instaurare un regime autoritario in Italia per fermare l’avanzata della sinistra.

  • La Banca Nazionale dell'agricoltura a Piazza Fontana
  • La strage di piazza Fontana
  • Milano sotto choc per piazza Fontana
  • I giornali su piazza Fontana
  • In memoria delle vittime di piazza fontana
  • Piazza Fontana: i funerali delle vittime
Guarda le foto e leggi l'articolo

Baby prostitute, dopo Roma anche Milano con il caso delle ‘ragazze doccia’

baby prostitute milano

Sesso in cambio di oggetti, forse anche di soldi, con minorenni e non è escluso anche con adulti. Il caso delle baby prostitute non riguarda solo Roma, dove è stato scoperto di recente, ma anche Milano. Nel capoluogo meneghino si definiscono ‘ragazze doccia‘, perché lo fanno nei bagni delle scuole e perché, come la doccia, lo fanno tutti i giorni. La scoperta è stata fatta dall’équipe del professore Luca Bernardo, direttore del reparto di pediatrico al Fatebenefratelli: è lo stesso professore a raccontarlo al Corriere della Sera, illustrando i punti principali del dossier sul caso.

Leggi l'articolo

Quarto Oggiaro: si è aperta una guerra di mafia? [VIDEO]

quarto oggiaro guerra mafia

E’ una vera e propria faida quella che sembra essersi aperta a Quarto Oggiaro. L’ultimo capitolo di questa guerra di mafia è stato quello che ha visto l’omicidio di Pasquale Tatone, il boss del quartiere. La famiglia da anni ormai gestisce il traffico di droga in questa zona di Milano. Pasquale Tatone è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nella sua auto. Secondo il questore di Milano, Luigi Savina, non si è in presenza di una guerra tra clan, anche se ci sarebbero tutto gli indizi che lo facciano sospettare. L’ipotesi più accreditata è comunque quella della volontà di eliminare la famiglia Tatone.

Leggi l'articolo

Sparatoria Milano in via Muratori: presi i due killer

Sparatoria a Milano: le foto del luogo dell'esecuzione

Sono stati fermati i responsabili della sparatoria a Milano in via Muratori. La Polizia di Stato ha riferito la notizia, riservandosi di comunicare tra qualche tempo i nomi dei killer e le modalità, in base alle quali è avvenuta la loro cattura. In base alle prime indiscrezioni, ad essere fermati sarebbero stati due Italiani. L’uccisione di Massimiliano Spelta e della moglie Carolina affonderebbe le sue radici nell’ambito del traffico di droga. Già c’erano dei sospetti su questo settore, perché a casa della coppia uccisa gli investigatori avevano trovato 47 grammi di cocaina.

  • Sparatoria a Milano: esecuzione in centro
  • Sparatoria a Milano: due morti
  • Sparatoria a Milano: ignoto il movente del delitto
  • Sparatoria a Milano al centro della città
  • Sparatoria a Milano in via Muratori
Guarda le foto e leggi l'articolo

Dolce e Gabbana condannati a 1 anno e 8 mesi per frode fiscale

Party Dolce e Gabbana, con i calciatori del Milan

Dolce e Gabbana sono stati condannati a un anno e otto mesi, perché accusati di frode fiscale. I due famosi stilisti avrebbero evaso le tasse per circa un miliardo di euro. Lo ha accertato il tribunale di Milano, il quale si è espresso anche sul fatto che i due dovranno pagare una somma di 500.000 euro all’Agenzia delle Entrate, che si è costituita parte civile nel processo. L’accusa ha fatto presente che quella portata avanti da Domenico Dolce e da Stefano Gabbana sarebbe una frode sofisticata. Tuttavia, a quanto pare, gli inquirenti avrebbero in mano delle prove determinanti.

Leggi l'articolo

Roberto Formigoni indagato di nuovo: tutte le inchieste

Roberto Formigoni

Roberto Formigoni è indagato di nuovo nell’ambito di un’inchiesta sulla sanità. Il senatore del PdL è indagato per corruzione e turbativa d’asta ed è coinvolto nel rapporto con un altro grande amico. Si tratta di Massimo Gianluca Guarischi, che è stato proprio consigliere regionale con Formigoni e che è stato arrestato e condannato in Cassazione a cinque anni per gli appalti dopo le alluvioni dal 1996 al 2000. Poi è ritornato ad operare in Regione come consulente della Ermex Italia srl, una società in mano alla famiglia Lo Presti. Proprio Giuseppe Lo Presti avrebbe dato a Guarischi 900.000 euro.

Leggi l'articolo

Rapina a portavalori in autostrada: panico sulla A9 Milano-Laghi [VIDEO]

rapina portavalori

Una rapina a due portavalori in autostrada è stata messa in atto questa mattina, 8 aprile, intorno alle 7. Il fatto è avvenuto sull’autostrada A9 Milano-Laghi, nella zona di Como. I ladri hanno effettuato un blocco, mettendo in scena un finto incidente, ricorrendo all’aiuto di un fumogeno. In questo modo sono riusciti a svaligiare due furgoni tra gli svincoli di Saronno e Turate. Secondo quanto sono riusciti a ricostruire gli inquirenti, sarebbero entrati in azione circa 10 uomini, che poi sono scappati su tre automobili. I banditi hanno utilizzato dei mezzi pesanti messi di traverso lungo la strada.

Leggi l'articolo

Elezioni regionali Lombardia, firme false per la lista Maroni Presidente: aperta inchiesta a Monza

elezioni regionali lombardia indagini

Mancano poche ore all’inizio delle elezioni regionali in Lombardia e spunta l’ipotesi delle possibili firme false per la lista Maroni Presidente. Sono infatti emerse delle irregolarità e Giuliano Beretta, consigliere provinciale di Monza della Lega Nord, è adesso indagato dalla Procura di Monza per falso ideologico. L’accusa è quella della falsa autenticazione di quasi 900 firme con l’obiettivo di sostenere la lista Maroni Presidente nella sua corsa alla Regione. Un’inchiesta che fa discutere molto alla vigilia delle elezioni regionali.

Leggi l'articolo

Sciopero treni Trenord martedì 19 febbraio: disagi per chi viaggia in treno in Lombardia

sciopero trenord febbraio

Disagi in vista per chi viaggia in treno in Lombardia martedì 19 febbraio: il sindacato Orsa di Trenord ha infatti indetto uno sciopero di 24 ore che partirà dalle 3 del mattino di martedì e durerà fino alle 2 del mattino successivo, mercoledì 20 febbraio. Le modalità scelte dall’organizzazione sindacale per lo stop sono diverse da quelle attuate in occasioni precedenti, come conferma la stessa Trenord sul sito: “Per le modalità scelte dall’organizzazione sindacale Orsa, nelle fasce di garanzia dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 saranno garantiti esclusivamente i treni che giungeranno a destinazione entro il termine della fascia. Pertanto, diversamente da quanto avvenuto in precedenti occasioni, non sono garantiti i treni per i quali è previsto un orario di arrivo oltre le ore 9 e le ore 21, anche se la loro partenza sarebbe prevista nelle fasce di garanzia“.

Leggi l'articolo
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08