Tubercolosi al Gemelli di Roma, sette indagati per epidemia colposa

Tubercolosi al Gemelli di Roma, sette indagati per epidemia colposa

Gemelli Roma, sette indagati

In seguito alla vicenda della tubercolosi al Policlinico Gemelli di Roma sette persone risultano indagate. L’inchiesta sul caso dell’infermiera affetta dalla Tbc che ha contagiato 122 bambini ha portato a sette avvisi di garanzia per epidemia colposa e lesioni colpose. Tra le persone indagate sei dipendenti dell’ospedale e il medico di base dell’infermiera. Sarebbe stata la superficialità dei medici a provocare i contagi: hanno sottovalutato il pericolo e non hanno sottoposto l’infermiera ai controlli necessari.

Il medico di base dell’infermiera, in particolare, è responsabile di non aver fatto una diagnosi corretta della malattia alla donna. Più di mille i bambini sottoposti al test, 122 sono risultati positivi. Positiva anche una mamma.

178

Segui NanoPress

Mer 21/09/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
M.R. Alfa 13 ottobre 2011 22:40

Bisogna indagare mica solo x EPIDEMIA COLPOSA a Gemelli. CI sono altre migliaia di INDAGINI che al policlinico GEMELLI non sono mai state fatte. Per Gemelli và sempre tutto bene- E il povero paziente che alla fine deve accorgersi di qualche problema e tanto che se ne fregano l’importante è soltanto PRENDERE I MILIARDI E I POSTICINI DI RICERCA . IL MIGLIOR CONSIGLIO è ” CAMBIARE OSPEDALE” QUANDO SI PUO’

Rispondi Segnala abuso
ChongHoi 22 febbraio 2012 07:05

eh si, voi mamme glraleemi lo sapete bene com’e lo shock della prima ecografia io superato lo shock stavo da dio (sara che dopo tre anni con il padre ancora non lo conoscevo bene ), ricordo che le amiche che urlavano di gioia al telefono che dire, e stata dura, durissima!e la casa che mi sono potuta permettere non arriva a 100mq poco che crescono dovro incastrare i letti tipo puzzle pero non cambierei le mie bambine (compresa la non gemella ovviamente!) con NIENTE, NIENTE, NIENTE.

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08