Torvajanica, trovato il cadavere di un uomo di circa 30 anni

Torvajanica, trovato il cadavere di un uomo di circa 30 anni

Omicidio Roberto Ceccarelli

A Torvajanica è stato ritrovato il cadavere di un uomo di circa 30 anni, che probabilmente era originario dell’Europa dell’Est. Un passante ha notato il corpo e ha chiamato il 118. Poi sono stati allertati i carabinieri. Non si hanno ancora notizie sull’identità della vittima, ma è stato scoperto che presenta delle ferite al collo. Bisognerà attendere i risultati dell’autopsia per stabilire le cause della morte, anche perché non è stata esclusa l’ipotesi dell’omicidio.

A cura di Giorgio Rini

La vittima di oggi di Torvajanica rappresenta la settima dall’inizio dell’anno a Roma. Il tutto è iniziato con la rapina di Tor Pignattara, in cui hanno perso la vita un commerciante cinese e la figlia di nove mesi. Poi abbiamo assistito all’omicidio di Antonio Maria Rinaldi, ucciso mentre parcheggiava la sua auto.

E poi Salvatore Polcino, morto in seguito ad un regolamento di conti. Non possiamo dimenticare nemmeno Mario Maida, ucciso a febbraio a Torrevecchia, Marco Zioni ucciso da due killer sullo scooter, Raffi Coen, trovato morto nell’androne del suo condominio, Marco Calamanti, ucciso in seguito ad una lite per la richiesta di restituzione di un debito, ma tutti sicuramente ricorderanno anche Roberto Ceccarelli, ucciso da cinque colpi di pistola mentre si trovava nella sua automobile.

Omicidio Ceccarelli, fermato un altro uomo: potrebbe essere il vero killer

Svolta nelle indagini per l’omicidio di Roberto Ceccarelli, l’imprenditore ucciso a Roma . Nonostante Attilio Pascarella ieri abbia confessato la sua colpevolezza, la polizia ha fermato un altro uomo sospettato di essere il vero killer. Pascarella, definendosi il prestanome per alcune delle attività sospette di Ceccarelli, ha raccontato di averlo ucciso con due colpi di pistola per un debito non sanato e di aver poi gettato l’arma nel Tevere.
Gli inquirenti però non sono stati convinti dalla confessione e hanno sospettato che l’uomo stesse coprendo un complice. E così hanno fermato un giovane e lo hanno interrogato: a sparare potrebbe essere stato lui.

Ceccarelli, 46 anni, è stato ucciso davanti al teatro Delle Vittorie, nel quartiere Prati. L’imprenditore era noto alle forze dell’ordine per presunti legami con esponenti della malavita come la vecchia Banda della Magliana. Su di lui pendevano accuse di truffa, riciclaggio e reati finanziari. Il suo nome compare anche nell’inchiesta Lady Asl, la megatruffa al servizio sanitario del Lazio.

Gli inquirenti devono fare luce su chi abbia premuto il grilletto e sul movente. Non si esclude che alla base del delitto ci sia un regolamento di conti. Pascarella, un senza fissa dimora di settanta anni che dice di dormire in macchina, si trova nel carcere di Regina Coeli. Continuano le audizioni di testimoni e persone legate in affari all’imprenditore ucciso.

543

Segui NanoPress

Lun 05/03/2012 da in .

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08