Scontri tra tifosi a Genova: cinque doriani feriti, tre in gravi condizioni

Scontri tra tifosi a Genova: cinque doriani feriti, tre in gravi condizioni

sampdoria festa

Notte di festeggiamenti e violenza a Genova che ha festeggiato il ritorno in serie A della Sampdoria. Una vera aggressione di cui sono stati vittime alcuni tifosi doriani, probabilmente da parte di supporters del Genoa, avvenuto in via Geirano, nel quartiere di Molassana. Cinque i feriti tra i tifosi blucerchiati di cui tre in gravi condizioni. Secondo la squadra mobile della questura di Genova si è trattato di un vero agguato, probabilmente per motivi calcistici, anche se al momento non si hanno certezze perché nessuno indossava sciarpe o colori della squadra.

Tra le vittime dell’aggressione L. S, 18 anni, di Sestri Ponente, ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale San Martino.

Il giovane è in prognosi riservata per ferite all’addome e al fegato. Nello stesso reparto c’è M. S., 20 anni, colpito al torace con un polmone perforato.

Grave anche P. R., 21 anni, che è stato ferito alle gambe, all’addome e a un polso. Nessuno dei tre fortunatamente è in pericolo di vita. Oltre a loro ci sono altri due tifosi feriti, ma in modo più lieve con prognosi di 10 e 7 giorni.

Dalla prima ricostruzione della squadra mobile tutto è avvenuto nei giardinetti pubblici nei pressi dal club sampdoriano “Irish Clan”. Un gruppo di almeno 25 persone, era uscito per strada a festeggiare la promozione in serie A dopo la partita di ritorno con il Varese.

Ad aspettarli dall’altra parte della strada c’erano altrettanti ragazzi, con i volti coperti da caschi e armati di coltelli, cocci di bottiglia e catene. Una lite furibonda ed è scoppiato il finimondo: a dare l’allarme una coppia che passava in macchina.

All’arrivo delle prime volanti tutti sono scappati, ma la polizia ha fermato, oltre ai feriti, altri sei ragazzi: in questura però nessuno ha voluto collaborare con le forze dell’ordine. Due sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale.

Uno dei feriti era stato colpito da Daspo, l’ordinanza che vieta di assistere a manifestazioni sportive, per un anno perché, al termine della partita della Samp che aveva sancito la retrocessione in B, aveva staccato alcuni seggiolini allo stadio Ferraris.

Un altro dei fermati ha una denuncia per imbrattamento di una scalinata con i colori blucerchiati e per aver preso parte a una rissa con i genoani iscritti a Ideale ultrà.

406

Segui NanoPress

Dom 10/06/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08