Processo Ruby Bis, Lele Mora confessa: “Ad Arcore abuso di potere e degrado”

Processo Ruby Bis, Lele Mora confessa: “Ad Arcore abuso di potere e degrado”

mora

Lele Mora confessa e smentisce Silvio Berlusconi e lo fa nel corso del processo Ruby bis con dichiarazioni spontanee sulle serate ad Arcore. Secondo l’ex talent scout, quelle che il Cavaliere definiva “cene eleganti” erano invece un caso di “dismisura, abuso di potere, degrado“, parole, dice Mora “che ho letto sui giornali e che condivido“. Mora è imputato in questo procedimento per induzione e favoreggiamento alla prostituzione anche minorile: dopo le dichiarazioni spontanee di Emilo Fede e Nicole Minetti, anch’essi imputati al processo, l’ex manager delle star ha deciso di raccontare la sua versione. Ha partecipato alle feste a casa del Cavaliere, ha portato alcune ragazze, ma non è stato responsabile di quello che definisce “un abuso”.

Io ne sono stato passivo concorrente“, dice Mora ai giudici in una sorta di mea culpa che arriva dopo la sentenza di primo grado al processo Ruby per cui il collegio del Tribunale di Milano ha condannato Berlusconi a sette anni e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Oggi non voglio più mangiare cibo avariato e lascio il compito ai miei difensori di chiarire“, prosegue l’ex talent scout che insiste: il caso che ha visto al centro Karima El Mahroug, alias Ruby, è stato un caso di “dismisura, abuso di potere e degrado”.

È vero, ho partecipato alle feste di Silvio Berlusconi ad Arcore, è vero, ho accompagnato alle cene alcune ragazze, ed è anche vero che ho ricevuto un prestito da Berlusconi tramite Emilio Fede che avrebbe salvato la mia società. Ma non ho mai voluto condizionare le ragazze, non ho mai giudicato i loro comportamenti e non ho mai orientato le loro condotte con costrizione“, dice in una sorta di confessione fatta davanti ai magistrati.

Mora parla e si sfoga ed è un fiume in piena. “Mi vergogno per le polemiche che ho fatto contro giornalisti e comunisti, per le minacce, mi vergogno e chiedo scusa“, riferendosi in particolare alle minacce fatte a Corrado Formigli, all’epoca inviato per AnnoZero. Nell’occasione, raggiunto al telefono dal giornalista, gli augurò che dei “fascisti gli spaccassero le gambe“.

Ora è cambiato. “Voglio chiedere scusa a tutti. Il carcere ti obbliga a momenti di rilettura della vita e io voglio uscire da quella bufera infernale che mi ha tolto la luce“.

So che l’ignoranza della legge non perdona ma posso dire di non aver mai voluto condizionare la volontà di queste ragazze e credo di non averlo fatto. E non ho mai giudicato il loro comportamento, né inquadrato il loro comportamento come prostituzione“, conclude.

Le parole di Mora arrivano a poca distanza dalla prima sentenza del processo che lo vede imputato con Emilio Fede e Nicole Minetti per induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile, attesa il 12 luglio. Il procedimento nasce come costola del processo principale, in cui è imputato Silvio Berlusconi: secondo l’accusa, rappresentata dai pm Pietro Forno e Pietro Sangermano, Mora, Fede e Minetti avrebbero organizzato un giro di prostituzione, anche minorile, a favore dell’ex premier.

Nella loro requisitoria, i pm hanno chiesto per i tre imputati sette anni di reclusione: sarebbero stati comprovati i reati di prostituzione minorile, definito “il delitto più grave“, e di induzione e favoreggiamento della prostituzione, di cui avrebbe beneficiato Berlusconi, “la persona in favore della quale viene predisposto questo sistema complesso” che si concludeva con le serate ad Arcore e di cui il cosiddetto “bunga bunga” sarebbe diretta espressione.

I procuratori non hanno esitato a parlare di “orge bacchiche” e di “sesso a pagamento” fatto dalla Minetti che ha poi replicato con una dichiarazione spontanea. L’ex consigliera aveva parlato “di vero amore” nei confronti del Cavaliere, chiarendo di non aver mai invitato Ruby ad Arcore e, in ogni caso, di non sapere che fosse minorenne.

Per Berlusconi le accuse e le richieste dei pm non sono altro che “patologia giuridica“. “La fantasia dell’accusa appare davvero senza confini e si spinge a una patologia giuridica che non può che destare indignazione e preoccupazione“, sono state le sue parole.

La difesa ha sempre sostenuto che le serate ad Arcore erano feste e cene normali e lo stesso Berlusconi parlò di spettacoli di “burlesque”, negando di aver mai avuto rapporti con le ragazze. Secondo la procura, invece, le indagini sono nate da una “macroscopica notizia di reato” con l’ex consigliera che aveva un ruolo di “intermediatrice” attiva, “compiendo anche atti sessuali retribuiti“, e con un ruolo anche nel pagamento delle ragazze.

Emilio Fede e Lele Mora sarebbero stati gli organizzatori, portando e presentando le ragazze ad Arcore: in particolare, secondo la procura, avrebbero avuto la “consapevolezza che chi sarà disponibile a prostituirsi verrà retribuito“, specie l’ex talent scout a cui sarebbe servito il denaro promesso per le difficoltà economiche in cui versava.

943

Segui NanoPress

Ven 28/06/2013 da in , , , , .

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica commento
Mogol_gr 15 febbraio 2012 13:05

Giustamente solo cinque anni per il Duce é un po’ poco.

Rispondi Segnala abuso
Sousou 19 febbraio 2012 18:38

Giuseppe Rossi scivre:ANTONIO scivre:3 novembre 2011 alle 10:22 =========================================Non vedo altra alternativa convincente e praticabile. Sono troppi anni che abbiamo un parlamento di lacche nominati da questo o da quello. Adesso basta!!!!

Rispondi Segnala abuso
cesara
Cesara 23 aprile 2012 19:17

Beata lei che è bella e giovane, e ha incontrato uno che l’ha sistemata per tutta la vita. Comunque le faccende private di Berlusconi è affar suo e che se ne frega.

Rispondi Segnala abuso
Cristina bruno 24 aprile 2012 21:08

come chi se ne frega!questo era al momento dei fatti il presidente del consiglio!!!!!!!!!!!non uno comune cittadino che fa feste a casa sua! e se poi c’erano come c’erano delle minorenni la cosa assume toni ben piu’ gravi!

Segnala abuso
FRANCESCO BUFFA DESIGNER 25 aprile 2012 17:21

Berlusconi, dopo avere definito i giudici italiani comunisti, politicizzati, associazione per delinquere, talebani, disturbati mentali, cancro, dittatura dei giudici ecc. ora praticamente nel corso del processo Ruby – li considera pure cretini – «Le donne sono esibizioniste. I vestiti? Un dono di Gheddafi. Mantengo le ragazze, rovinate dai pm» – sulla certezza poi che anche gli italiani sono tutti cretini, non ha più dubbi, dopo avere fatto fare il “lavoro sporco delle tasse a Monti” si ripresenterà ai suoi cretini per farsi rieleggere.

Rispondi Segnala abuso
cesara
Cesara 27 aprile 2012 17:58

Magari si ripresentasse lo voterei subito. e saremo tanti a farlo, perchè tutte le menzogne su Berlusconi, riempiranno la busta paga dei lavoratori, secondo la sinistra, tornata la Governo avendo eleminato l’aversario pollitico, ma certamente essi non riempiono la pancia di nessuno.

Segnala abuso
Serena 1 giugno 2012 23:19

Ma quale favoreggiamento??? Ma la Minetti non è forse maggiorenne????
Allora perchè tanto clamore??? …Solo motivazioni x gettar fango su…

Segnala abuso
Serena 1 giugno 2012 23:28

A francesco buffa…

Quali tasse avrebbe fatto fare berlusconi a Monti???? Guardi che le tasse è il signor Monti che le ha messe, anzi di tutto un pò! E, fra poco ci tasserà anche l’aria che si respira…
Ma Berlusconi, che, che, se ne dica, ha sempre cercato di far gravare il meno possibile il peso delle tasse… vedi ad esempio ICI!!!!
Prima di parlare a vanvera, ragioni se può!

Segnala abuso
Johnwayne 27 aprile 2012 10:41

Berlusca le donne le tratta con la frusta, sarà pure un Casanova e allora? è arrivato il momento di farsi una dose di cavoli propri… nessuno viene a contarvi le vostre scappatelle…è vita privata e sinceramente ognuno può disporne a proprio piacimento.
All’ex premier piacciono le donne, ebbene si e allora???
Pare che i media si preoccupino solo di gossip, non basta videocracy adesso arriva anche sexocracy…chissà cosa avranno ancora da raccontare….

Rispondi Segnala abuso
Giulia 1 giugno 2012 23:51

A Johnwayne

Bravo!!! Anchi’io la penso così!
Ma che questa puerile gente si facesse gli affaracci suoi!!!!
Non sanno altro che sparlare, sparlare, bla, bla, bla…

Segnala abuso
cesara
Cesara 20 maggio 2012 15:32

Ma quant’è brutta la Minetti, almeno qui nella foto. Per due tette molto quasi sicuramete rifatte c’è chi la desidera? Sconcerta.

Rispondi Segnala abuso
Pietro 23 novembre 2013 10:50

Il comportamento di S. berlusconi è ributtante, non ha neppure la dignita, da politico in primis, eda uomo
dopo, di dimettersi.
Secondo me non solo deve decadere da senatore,mà gli dovrebbe essere tolto anche il titolo di Cavaliere,
le accuse provate anche dalla confessione di Mora Lele sono inconfutabili, un’ offesa a tutti gli italiani è
il fatto di minacciare di far cadere il Governo, in un momento come tutti sappiamo, lui lo chiama omicidio
politico, io lo chiamo !! ricatto wiwa l Italia

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08