Pedofilia, arrestato lo zio orco che si vantava in chat

Pedofilia, arrestato lo zio orco che si vantava in chat

carabinieri arresto pedofilia bergamo

Si torna a parlare di pedofilia, per l’arresto di un giovane operaio residente in passato a Bergamo, accusato di aver abusato di alcuni bambini suoi parenti. La vicenda è iniziata parecchio tempo fa. Le indagini infatti hanno preso avvio l’anno scorso, quando le forze dell’ordine hanno ricevuto una segnalazione. In particolare sono stati i genitori di un bambino di otto anni a segnalare agli investigatori i comportamenti dell’operaio 29enne. Secondo i genitori del bambino, l’operaio mostrava troppe attenzioni nei confronti del piccolo.

Sono scattate quindi le indagini dei carabinieri sull’uomo, compagno della sorella del bambino. Gli investigatori, nel corso del periodo relativo alle indagini, hanno avuto elementi sufficienti per stabilire che nel corso del 2011 l’uomo avrebbe abusato sessualmente di due bambini, suoi parenti, di cui uno invalido.

Nel frattempo però l’uomo si è accorto della diffidenza da parte dei suoi parenti e di conseguenza ha deciso di lasciare la sua compagna. Da quel momento l’operaio è tornato nel suo paese di origine, in Puglia. Ma le indagini nel frattempo continuavano e hanno portato a scoprire altri particolari.

Secondo i carabinieri ci sarebbero a questo proposito gravi indizi di colpevolezza per l’uomo che dimostrerebbero gli abusi. Nello specifico poi è stato scoperto anche che l’uomo discuteva con altri interlocutori che condividevano le stesse sue perversioni, attraverso chat sul computer e sms, e si vantava dei suoi comportamenti.

L’indagato, nonostante si fosse trasferito in Puglia, è stato comunque rintracciato alla fine delle indagini e proprio in Puglia i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa da parte del Gip. L’uomo è stato infatti arrestato ed è stato portato a Bergamo.

In questo momento l’operaio si trova proprio nel carcere di Bergamo, a disposizione del magistrato. Adesso l’uomo dovrà rispondere dell’accusa di atti sessuali continuati nei confronti dei due minorenni.

351

Segui NanoPress

Gio 03/05/2012 da in .

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08