Milano, nuda e in tacchi a spillo uccideva pulcini e conigli

Milano, nuda e in tacchi a spillo uccideva pulcini e conigli

donna animali tribunale rho

Una donna è stata arrestata nella località di Rho per uccisione di animali. La vicenda è accaduta nell’area di Milano e riguarda una quarantenne che metteva in atto la cosiddetta pratica del “crush movie“. Si tratta di una pratica molto crudele nei confronti di piccoli animali, una sorta di perversione che finisce con l’essere atroce nei confronti di pulcini, conigli e altri animali. Il soggetto infatti infligge crudeltà agli animali fino ad ucciderli. Il tutto viene filmato e successivamente diffuso su internet.

A condannare la donna protagonista di azioni di questo tipo è stato il tribunale di Milano, nella sezione distaccata di Rho, che si è pronunciato per la prima volta su un provvedimento di questo tipo nei confronti della quarantenne, la quale appariva in alcuni video diffusi sulla rete nuda e con dei tacchi a spillo.

La donna nei filmati si vedeva uccidere pulcini, conigli e altri piccoli animali, e in seguito i video erano stati caricati su internet, in siti specializzati. Un’azione crudele nei confronti degli animali che era stata denunciata parecchio tempo fa da alcune associazioni animaliste che avevano rintracciato i filmati in rete.

Nel 2006 era stato subito effettuato un esposto alla Polizia Postale e le indagini hanno portato alla donna di Rho, madre di tre figli. Adesso, dopo un po’ di tempo, è arrivata la decisione del Tribunale, che ha condannato la donna a quattro mesi di carcere, pena convertita in 4.400 euro di multa con la condizionale, visto che è incensurata.

L’avvocato Paolo Iosca, che ha assistito la Lav, ha confermato che “Le immagini sono vomitevoli, si fatica a reggerne la visione“. Intanto l’associazione animalista è felice di questa decisione presa dal giudice: “Finalmente per le vittime di tanta crudeltà è stato compiuto un paso in avanti per rendere loro giustizia, portando alla ribalta un fenomeno ancora troppo sommerso. Va ricordato che in Italia l’uccisione di animali è un reato punito grazie alla legge 201 del 2010, con la reclusione“.

380

Segui NanoPress

Mar 24/04/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08