Marò italiani in India: l’Italia presenta ricorso alla Corte Suprema indiana

Marò italiani in India: l’Italia presenta ricorso alla Corte Suprema indiana

Roma, interrogatorio ai fucilieri della marina militare Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

Nel caso dei due marò italiani in India, l’Italia ha deciso di presentare ricorso alla Corte Suprema indiana. Tutto questo è accaduto perché il Governo indiano ha rinviato la presentazione dei capi d’accusa. L’obiettivo è quello di scongiurare il ricorso alla legge antiterrorismo. Si vorrebbe fare in modo che la Corte Suprema prenda una posizione ben precisa, evitando che si usino degli strumenti inappropriati per portare avanti l’inchiesta e processare i due fucilieri di marina italiani.

Secondo la difesa, se si applicasse la legge antiterrorismo, cambierebbero completamente gli scenari, perché queste norme non possono essere applicate nei confronti di personale militare che sta svolgendo una funzione di lotta alla pirateria. Fabrizio Cicchitto, presidente della Commissione esteri della Camera, propone un’iniziativa di carattere politico e istituzionale.

I marò saranno soggetti alla valutazione da parte del Governo indiano, il quale, nel corso di 2 o 3 giorni, potrà decidere se condannarli o meno alla pena di morte. A riferire tutto ciò è stato il ministro indiano dell’Interno, dopo che il ministro degli Esteri dell’India aveva escluso che ai due militari italiani potesse essere rivolta la pena capitale. La stampa indiana aveva ridimensionato le dichiarazioni ottimistiche rilasciate dal ministro degli Esteri. Era stato proprio un giornale a riferire che la Polizia investigativa aveva invocato per i due italiani l’applicazione di una legge marittima speciale.

Si tratterebbe della Sua Act, in base alla quale chiunque abbia causato la morte di qualcun altro dovrebbe essere indirizzato alla pena capitale. Questa norma, a cui si è fatto riferimento, rientrerebbe pienamente nell’ambito di un contesto normativo antiterroristico. In questo modo alla Polizia indiana verrebbe dato il potere di agire anche al di là delle acque territoriali indiane.

In ogni caso le notizie si sono susseguite in maniera piuttosto veloce. La stampa estera ha citato delle fonti ministeriali anonime, che avrebbero riferito come la Polizia non avrebbe avuto l’autorizzazione ad incriminare i due marò, fino a quando il Governo non avrebbe ottenuto un parere legale dalle autorità giudiziarie.

404

Segui NanoPress
Continua a leggere >>

Mer 15/01/2014 da in , .

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Carolus 21 febbraio 2012 10:46

Ma che Paese siamo diventati?
Grazie alle esternazioni dei “compagni” che hanno messo alla berlina il precedente governo, sputando quindi sull’Italia, non siamo nemmeno considerati come Paese ma come pulcinella.
Grazie compagni. Andate voi adesso a tirare fuori dai guai i nostri soldati!

Rispondi Segnala abuso
Claudio 5 marzo 2012 13:48

Essere Italiani… oramai e’ una vergogna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Segnala abuso
Claudio 5 marzo 2012 14:14

Dove abito, ogni santa domenica vengono questi straccioni con le loro bancarelle portatili piene di stronzate ed occupano suolo pubblico per ore ed ore senza che nessuno dica niente!.
In un’ altra nazione o in india stessa non l’avrebbero permesso, ma poiche’ ci troviamo in italia, il nostro buon governo fatto di ricottari, gente senza palle e senza spina dorsale gli la possibilita’ di fare i cazzi loro.
A STO PUNTO VIVA GLI USA, VIVA LA CINA, VIVA LA RUSSIA, VIVA LA FRANCIA, VIVA L’INGHILTERRA, insomma siamo arrivato a sto punto tirare in ballo altri per poter ottenere un po’ di
rispetto!!.

Rispondi Segnala abuso
cesara
Cesara 4 aprile 2012 00:06

Ci trattano a pesci in faccia, sti morti di fame, quando noi aiutaiamo tanta gente loro, povera in canna alla faccia di chi li governa che se la spassa beatamente con una infinità di privilegi. Ma quanto siamo str…..

Rispondi Segnala abuso
Italiano 10 aprile 2012 15:51

Il sequestro di militari armati è (per il codice penale militare) una dichiarazione di guerra a tutti gli effetti, specie se uomini impegnati all’estero, a vario titolo, come avviene ormai da alcuni anni.
Il governicchio di professorini esperto in numeri e tasse QUESTO NON LO SA !
Vedrete (ormai è chiaro), che questi due innocenti valorosi saranno condannati a morte: gli indianini tanto saggi a pregare e bere the hanno compreso il nostro flaccidume politico e la nostra più assoluta e totale incompetenza, specie di questo momento, riconoscendo che tanto siamo bravi a lottare per i diritti dei deboli e dei diversi……(non costa nessuna fatica oltre quella di sfilare in protesta sculettando), altrettanto non lo siamo a cacciare le palle pensando TUTTI solo al nostro lurido “fazzolettino di terra” !
Gli Inglesi, i Canadesi, gli Americani etc etc avrebbero già mosso “truppe Irregolari” ufficiamete sconosciuta ai Governi e avrebbero evitato già dai primo giorno tante inutili pagine di giornale!

Rispondi Segnala abuso
Benito 18 maggio 2012 17:36

Eccoci qua il nostro governicchio di professorini ” richiama l’ambasciatore” che ridere e che emozione!!!!
…..ma che ca….zo hanno aspettato fin’ora!! E voglio vedere se adesso hanno le palline per continuare con tale attegiamento e ci danno quindi gli ordini per andarli a riprendere!!!!

Rispondi Segnala abuso
LUCA ROSSI ( Laureando in Fisica ) 18 maggio 2012 23:24

VERAMENTE UNO STRAZIO QUESTA VICENDA , MA QUELLO CHE PIU’ MI RATTRISTA E’ CHE I ”NOSTRI POLITICI-TECNICI” SI SONO DIMOSTRATI INCAPACI NEL GESTIRE LA QUESTIONE CHE , DA SEMPLICE STATUS QUO DIPLOMATICO , STA GIA’ DIVENTANDO UN INSOSTENIBILE TORMENTO , SPECIE PER I DUE NOSTRI CONNAZIONALI . VISTO CHE LA DIPLOMAZIA HA PRATICAMENTE FALLITO , LASCIAMO CHE SIANO LE ARMI A PARLARE , IN QUANTO AD ARMAMENTI CONVENZIONALI ABBIAMO LA SUPERIORITA’ TECNOLOGICA . TANTO LE ATOMICHE NON POSSONO CERTO USARLE CONTRO DI NOI , ALTRIMENTI SI SCATENEREBBE UNA GUERRA NUCLEARE DALLE CONSEGUENZE LETALI PER TUTTO IL GENERE UMANO . QUINDI GENERALI…AMMIRAGLI CHE ASPETTATE , DATEGLI SOTTO CON TUTTO CIO’ CHE AVETE E MANDIAMOLI AL CREATORE QUESTI FACHIRI INCANTATORI DI SERPENTI . VIVA L’ITALIA ! VIVA L’ITALIANITA’ !

Rispondi Segnala abuso
cesara
Cesara 24 maggio 2012 16:06

Speriamo che sia il primo passo per una soluzione positiva per questi ns. due soldati. Ce lo auguriamo quanto prima.

Rispondi Segnala abuso
Timelux 18 ottobre 2012 10:07

I nostri rappresentati ci rendono ridicoli agli occhi del mondo: l’unica soluzione a questa vicenda ? Andiamo a riprenderli con la forza.

Rispondi Segnala abuso
Franco tassone 18 ottobre 2012 15:59

non ci sono tuttora prove di colpevolezza governo Italiano latitante e timoroso vuoi riportare in patria i nostri soldati o dobbiamo andare noi sotto l’ambasciata dell’india incazzati e poi che succede sucede ???

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08