Maltempo in Italia, nave cisterna si incaglia a Siracusa

Maltempo in Italia, nave cisterna si incaglia a Siracusa

Nave incagliata a Siracusa

Una nave cisterna, la Gelso M, ha finito con l’incagliarsi sugli scogli a causa del maltempo in Sicilia. L’incidente si è verificato a Santa Panagia, una contrada periferica vicino Siracusa. La nave era diretta ad Augusta e aveva 19 persone a bordo. Probabilmente il tutto è stato determinato da un errore di rotta, infatti, con il mare agitato e con il vento forte la nave non avrebbe dovuto navigare così vicino alla costa.

A cura di Giorgio Rini

Il comandante ha ordinato subito di abbandonare la nave, anche perché non si potevano utilizzare i mezzi di salvataggio a causa del fatto che la nave si trovasse incagliata. La guardia costiera di Catania ha dovuto approntare degli interventi non con le motovedette, proprio perché la posizione della nave impediva l’avvicinamento, ma con degli elicotteri.

E’ stato richiesto anche l’intervento di un elicottero della Marina Militare e della Areonautica Militare. Al momento la nave non portava nessun carico, per questo non sono stati rintracciati segni di inquinamento del mare.

215

Segui NanoPress
Continua a leggere >>

Dom 11/03/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
delphinus
Delphinus 5 febbraio 2012 18:44

Sono ampiamente costernato di aver saputo che alla scomparsa sono sul registro persone che non avevano casa. E’ un dramma che dovrebbe coinvolgere tutto il nostro genere umano che non fa’ niente, non dico per l’affetto, ma almeno per tutelare la salvaguardia di esseri umani.

Rispondi Segnala abuso
cesara
Cesara 10 febbraio 2012 15:15

Alemanno augurati che a Roma nevica altrimeni di accuseranno di procurato allarme. come già ha fatto capire il TG3, intervistando alcun e persone che hanno detto: che bisogno c’era di chiudere le scuole oggi. e stiamo all’inizio della nuova fase del maltempo previsto.

Rispondi Segnala abuso
Aminu 22 febbraio 2012 02:23

Grazie di cuore a tutti per gli arugui! Vera, eccome se ho bisogno d’incitazioni! Emily e Sir Timothy ricambiano gli arugui con musatine e saltelli allegri!

Rispondi Segnala abuso
Marco 23 febbraio 2012 14:28

Se gli impianti di discesa sono in funzione allora non ci sono turisti bloccati, ma solo veicoli bloccati. Il buon senso detta che la macchina si può benissimo lasciare li fino a quando sarà possibile riprenderla e le persone possono tornare a casa quando vogliono, ma tanto in Italia è più facile lamentarsi che darsi da fare e ci si aspetta che tutto sia fatto per noi. Si considerano sacrosanti diritti alcune cose che, come in questo caso, non lo sono.

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08