George Clooney arrestato: protestava per il Sudan [FOTO&VIDEO]

George Clooney arrestato: protestava per il Sudan [FOTO&VIDEO]

George Clooney arrestato a Washington

George Clooney è stato arrestato a Washington durante una protesta messa in scena davanti all’ambasciata americana del Sudan. Con l’attore altri membri del congresso sono stati portati via in manette dalla polizia. Le foto dell’arresto sono apparse su Twitter e sono poi state confermate anche dalla Cnn. Il noto attore è famoso per la sua attività a favore del paese africano. Alla base della manifestazione di protesta che ha fatto scattare l’arresto la denuncia di una “campagna di assassinii” in corso nel paese africano nelle zone di confine con il Sud Sudan.

  • George Clooney arrestato
  • George Clooney su twitter
  • George Clooney in arresto
  • George Clooney in manette
  • George Clooney e il padre
  • George Clooney arrestato

Clooney è tra i vip di Hollywood più impegnati nel sociale ed è molto attento alla situazione del Sudan a cui presto volto e voce perché il paese africano riesca a uscire dalla spirale di violenza.

L’attore era già stato protagonista di un video in cui invitava i cittadini sudanesi al voto ed era stato in alcuni seggi in occasione del referendum che ha portato alla creazione dello stato indipendente del Sud Sudan.

Ora una nuova protesta per sollevare l’attenzione della Casa Bianca e del mondo sull’attuale situazione nel paese. Qualche giorno fa Clooney aveva denunciato le violenze e i bombardamenti quotidiani a cui sono sottoposte le località al confine con il Sud Sudan.

Abbiamo visto bambini colpiti da schegge, compreso uno di nove anni che ha perso entrambe le mani“, aveva testimoniato l’attore appena tornato da un viaggio in una zona tra le più colpite, a sud di Kordofan, sulle montagne di Nuba.

Secondo Clooney la responsabilità degli attacchi verso la popolazione è del presidente Omar al-Bashir, il suo collaboratore Ahmad Harun e il ministro della Difesa, Abdelrahim Mohamed Hussein, già responsabili degli attacchi in Darfur.

324

Segui NanoPress

Ven 16/03/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
cesara
Cesara 20 marzo 2012 16:41

Clooney è libero di stare lui personalmete dalla parte del Sudan, ma non può pretendere che l’America prenda decisioni a favore del Sudan per una guerra in corso. L’es. dell’Afganistan che l’occidente intervenendo contro i talebani per portare un pò di democrazia in quel Paese non è servito niente, anzi per i ns. soldati c’è stata solo la morte.Non usiamo sempre l’America ed attraverso essa per intervenire in ogni dove c’è la guerra. Caro George lascia perdere, tanto poi alla fine l’occidente non ha fatto niete per loro, si rivolteranno contro di noi. alla prima occasione. cioè quando si sentiranno più forti economicamente. Lascia che se la sbrichino da soli. Un ‘altro es.? Quanti missionari che aiutano la povera gente vengono uccisi da quelle parti?? Quello che vuoi fare tu a loro favore sia benedetto, però non è il caso di preoccuparsene più di tanto.

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08